chirurgia estetica napoli chirurgia estetica napoli
chirurgia estetica napoli
chirurgia estetica napoli chirurgia estetica napoli

CHIRURGIA ESTETICA DEL SENO

GINECOMASTIA


PHOTOGALLERY INTERVENTI

INFORMAZIONI GENERALI
Si definisce ginecomastia il quadro clinico nel quale la mammella maschile assume caratteristiche femminili, specie per quanto riguarda il volume e la prominenza.
La ginecomastia può essere causata da un aumento della componente ghiandolare, di quella adiposa o di entrambe. L’ipertrofia ghiandolare è di solito di origine genetica, ma non è raro osservarla, di solito transitoriamente, nel periodo dello sviluppo. In alcuni casi essa può essere provocata dall’assunzione di farmaci che interferiscono con la produzione di ormoni androgeni o estrogeni (tipico è l’esempio nei body builder). Se l’accrescimento della ghiandola si è stabilizzato è necessario procedere alla sua rimozione attraverso un’ incisione eseguita attorno all’areola. Più frequentemente l’aumento di volume del petto maschile è provocato da un’ipertrofia della componente adiposa, il cui trattamento è di norma la liposuzione.

PREPARAZIONE PRE-OPERATORIA
Prima dell’operazione il paziente deve leggere e firmare un consenso informato all’intervento che viene controfirmato anche dal chirurgo, dove sono descritte tutte le notizie che riguardano l’intervento: modalità, tecnica utilizzata, anestesia, convalescenza, rischi e possibili complicanze.
E’ consigliabile evitare di assumere aspirina o farmaci che la contengano per 2 settimane prima e 2 settimane dopo l’intervento.

L’INTERVENTO
Per risolvere la condizione di ginecomastia le tecniche di intervento di chirurgia estetica sono: la liposuzione o l’asportazione chirurgica della ghiandola mammaria. Le tecniche e il tipo di anestesia (locale o totale) variano in base al tipo e alla gravità della ginecomastia. Al termine dell’intervento si delinea un petto maschile più tonico, con l’eliminazione del difetto. Le cicatrici necessarie sono nascoste e poco visibili. La durata complessiva dell’intervento è di appena 2 ore.

DECORSO POST-OPERATORIO
Dopo la dimissione é necessario seguire scrupolosamente le istruzioni impartite dal medico, indossando un’apposita fascia allo scopo di permettere un corretta retrazione dei tegumenti e sottoponendosi a medicazioni e controlli sino alla completa guarigione. Dopo l’intervento sono normali lividi e gonfiore, che si riassorbono nel tempo. E’ possibile che la sensibilità dell’ areola e del capezzolo diminuisca, ma nella maggior parte dei casi essa torna normale dopo alcuni mesi.

chirurgia estetica napoli chirurgia estetica napoli GLI ALTRI INTERVENTI